Ultima modifica: 22 febbraio 2016
> ECDL

ECDL

La Patente Europea del Computer è una certificazione diffusa in tutta Europea (CEPIS – Council of European Professional Informatics Societies) che attesta la capacità nell’uso del computer a vari livelli di competenza: generico, evoluto, specialistico. In Italia sono molte le Istituzione che riconoscono questa certificazione.

Le certificazioni ECDL costituiscono uno standard di rifermento in quanto si caratterizzano per:

  • Uniformità : i test sono identici in tutti i Paesi, garantendo la circolarità del titolo
  • Neutralità rispetto a prodotti e fornitori: il candidato può infatti effettuare i test su piattaforme tecnologiche sia “proprietarie” (ad es. Microsoft Office), sia “open source” (ad es. OpenOffice, StarOffice)

Referente nazionale delle certificazioni ECDL è A.I.C.A., Associazione Italiana per l’Informatica e il Calcolo Automatico.

Saper usare il computer è ormai un requisito indispensabile per lavorare, si tratti di chi è alla ricerca della prima occupazione o di chi ha il problema di ricollocarsi sul mercato del lavoro. Vale però anche per chi un lavoro ce l’ha, ma desidera migliorare la propria posizione.

Ma che cosa significa realmente saper usare il computer? Molti hanno una certa conoscenza di questo strumento, ma è loro difficile definire a quale livello. Ritengono di poterlo usare in modo adeguato, ma in effetti non possono provarlo. Serve quindi uno standard di riferimento che possa essere riconosciuto subito, in modo certo, dovunque. In sostanza, occorre per il computer qualcosa che equivalga alla patente di guida per l’automobile. Se chiediamo a qualcuno se sa guidare, un semplice “Sì, ho la patente” costituisce una risposta precisa ed esauriente. Significa infatti saper fare tutto ciò che, in qualsiasi Paese, è richiesto per superare il relativo esame.

Questa analogia è resa oggi possibile dall’avvento della European Computer Driving Licence (ECDL), ossia, alla lettera, “Patente europea di guida del computer”.

Si tratta di un certificato, riconosciuto a livello internazionale, attestante che chi lo possiede ha l’insieme minimo delle abilità necessarie per poter lavorare col personal computer – in modo autonomo o in rete – nell’ambito di un’azienda, un ente pubblico, uno studio professionale ecc.

In altre parole, questa “patente” definisce senza ambiguità la capacità di una persona di usare il computer, così come quella di guida per quanto riguarda l’uso dell’automobile.

L’ECDL è stata istituita di recente, ma, proprio per le ragioni dette, si sta diffondendo rapidamente in molti Paesi europei.

Maggiori dettagli sui contenuti è possibile trovarli visitando questa pagina .

Su richiesta viene rilasciato anche un certificato intermedio, ECDL Start , ai candidati che abbiano superato quattro esami a scelta tra i sette sopra indicati.

Ultimamente è stato avviato un progetto per introdurre, in accordo con le recenti indicazioni nazionali, l’ECDL Core anche nelle scuole secondarie di 1° grado , opportunamente adattata all’età dei candidati (Progetto MED).

Garanti internazionali

La European Computer Driving Licence è un programma che fa capo al CEPIS (Council of European Professional Informatics Societies), l’ente che riunisce le Associazioni europee di informatica. L’Italia è uno dei 17 Paesi membri ed è rappresentata dall’AICA, Associazione Italiana per l’Informatica ed il Calcolo Automatico.

Il programma della patente europea del computer è sostenuto dalla Unione Europea, che l’ha inserito tra i progetti comunitari diretti a realizzare la Società dell’Informazione.

Per maggiori informazioni visitate il sito www.ecdl.com




Link vai su