Ultima modifica: 10 febbraio 2018
> Circolari > Piattaforma Ministeriale Alternanza Scuola Lavoro

Piattaforma Ministeriale Alternanza Scuola Lavoro

Alle studentesse e agli studenti
impegnati nei percorsi di alternanza scuola lavoro

Dal corrente anno scolastico (n.d.r.2016_17) l’alternanza scuola lavoro è entrata a pieno regime, con il coinvolgimento di tutte le studentesse e di tutti gli studenti delle classi terze, quarte e quinte dei licei, degli istituti tecnici e degli istituti professionali.
Il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca ha da tempo messo in atto una serie di misure di intervento per supportare e monitorare i percorsi di alternanza organizzati dalle scuole. Le ultime novità sono rappresentate dalla Carta dei diritti e dei doveri degli studenti in alternanza scuola lavoro e dalla Piattaforma di gestione dell’alternanza scuola lavoro.

LA CARTA DEI DIRITTI E DEI DOVERI DEGLI STUDENTI IN ALTERNANZA SCUOLA LAVORO

Pubblicata il 21 dicembre 2017 sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica, costituisce il documento di riferimento per l’organizzazione dei percorsi di alternanza scuola lavoro. È un regolamento che spiega i diritti e i doveri delle studentesse e degli studenti nello svolgimento delle attività di Alternanza.
La Carta informa le studentesse e gli studenti e i genitori, in un’ottica di dialogo e condivisione che deve sempre accompagnare il rapporto scuola-famiglia.
Prevede che le ragazze e i ragazzi siano accolti in ambienti di formazione adeguati, sicuri e coerenti con l’indirizzo di studio, e che siano supportati da tutor dell’azienda ospitante e della scuola in rapporto al rischio delle attività svolte.
Alla fine del percorso studentesse e studenti avranno diritto di esprimere una valutazione sull’efficacia e sulla coerenza rispetto al proprio indirizzo di studio.
Le studentesse e gli studenti hanno il dovere di frequentare le attività per almeno tre quarti delle ore previste, rispettare le norme in materia di igiene, salute e sicurezza sui luoghi di lavoro, mantenere riservatezza in relazione a dati, alle informazioni e alle conoscenze relative alla struttura ospitante e alle attività da essa svolte.
La Carta dei Diritti e dei Doveri degli Studenti in Alternanza Scuola-Lavoro è consultabile e scaricabile al sito internet http://www.alternanza.miur.gov.it/cos-e-carta-dei-diritti.html.

LA PIATTAFORMA DI GESTIONE DELL’ALTERNANZA SCUOLA LAVORO E IL “BOTTONE ROSSO”

La piattaforma dell’Alternanza scuola-lavoro nasce dalla necessità di dare a studentesse e studenti, scuole e strutture ospitanti uno strumento per facilitare la gestione quotidiana dell’Alternanza. Collega i sistemi informativi del Ministero con il Registro Nazionale dell’Alternanza scuola-lavoro, semplificando l’incontro tra domanda e offerta, dando l’opportunità alle scuole ma anche alle strutture ospitanti di sapere chi è e che cosa fa il partner con cui co-progettare i percorsi.
La Piattaforma riconosce studentesse e studenti attraverso apposite credenziali. Se si è in possesso delle credenziali SPID, si può accedere alla Piattaforma attraverso l’identità digitale unica. A valle dell’accesso si verrà riconosciuti con il profilo abilitato.
Se non si dispone delle credenziali, occorre registrarsi sul sito del MIUR e poi recarsi con un documento d’identità presso la Segreteria della propria Istituzione Scolastica per farsi abilitare ad accedere ai servizi della Piattaforma dell’Alternanza dal DSGA (Direttore dei Servizi Generali e Amministrativi) o dall’Assistente Amministrativo.
Sul sito del Ministero dedicato all’Alternanza Scuola-Lavoro (http://www.alternanza.miur.gov.it), nella sezione dedicata alla Piattaforma, sono presenti guide e video tutorial finalizzati a presentare e spiegare il profilo delle studentesse e degli studenti e le relative funzioni.
La piattaforma offre agli studenti e alle studentesse in Alternanza le seguenti funzioni:

Formazione sulla sicurezza. Grazie ad un protocollo di intesa con INAIL la piattaforma eroga
gratuitamente a tutte le studentesse e a tutti gli studenti, che devono fare l’Alternanza, la formazione
obbligatoria sulla sicurezza generale nei luoghi di lavoro in formato e-learning, della durata di 4 ore che
viene riconosciuta come attività di Alternanza a tutti gli effetti. Ogni studentessa o studente potrà accedere
con le proprie credenziali, seguire il corso e una volta concluso con successo superando il test finale,
ottenere la certificazione di partecipazione. La Certificazione attesta l’assolvimento dell’obbligo di
formazione e potrà essere utilizzata, dopo il conseguimento del Diploma, anche per un futuro lavoro.
Valutazione. La Piattaforma permette la valutazione dei percorsi sia da un punto di vista delle
esperienze che delle competenze acquisite, sia da parte di studentesse e studenti che di scuole e strutture
ospitanti. L’Alternanza è un’innovazione didattica che fa del lavoro uno strumento di insegnamento che
consolida le conoscenze acquisite sui banchi, permette di sviluppare competenze coerenti con i propri
percorsi di studi, aiuta le studentesse e gli studenti ad acquisire maggiore consapevolezza rispetto alle
proprie scelte future: tutte queste dimensioni entrano a far parte della valutazione (la funzione sarà attivata
da aprile).
Bottone rosso. Il Bottone Rosso rappresenta uno strumento a disposizione delle studentesse e degli
studenti per segnalare i casi di criticità che impediscono la corretta esecuzione e fruizione dei percorsi di
Alternanza, attivando gli Uffici Scolastici Regionali e il Ministero centrale a supporto delle scuole. Pertanto, il
Bottone Rosso è uno strumento da utilizzare in situazioni in cui l’esperienza di Alternanza non è formativa o
si discosta significativamente da quanto co-progettato da scuola e struttura ospitante; non è uno strumento
di valutazione. Per questo è presente la funzione “valutazione” (sopra citata) che permette di esprimere il
livello di soddisfazione relativo all’esperienza una volta terminato il percorso.
Le studentesse e gli studenti hanno la possibilità di segnalare i casi di criticità riscontrati soltanto dopo
aver informato e tentato di risolvere la criticità con il tutor scolastico e, in seconda istanza, con il Dirigente
scolastico della scuola di appartenenza in quanto responsabile dell’organizzazione dei percorsi. Le
studentesse e gli studenti sono responsabili della veridicità delle informazioni contenute nelle segnalazioni
effettuate attraverso la funzione “Bottone Rosso” della Piattaforma di gestione dell’Alternanza Scuolalavoro.
La segnalazione arriverà all’Ufficio Scolastico Regionale del territorio in cui opera la scuola, che
cercherà di agire tempestivamente, garantendo la soluzione del problema. Nel caso in cui l’ USR non
riuscisse a risolvere il caso, la segnalazione arriverà al Ministero che interverrà per risolvere l’anomalia.
Le studentesse e gli studenti delle classi terze, quarte e quinte possono utilizzare il bottone rosso
accedendo alla Piattaforma nelle modalità precedentemente descritte e come indicato nel documento
allegato a questa circolare. Inoltre, a breve sarà attivato un servizio di assistenza tecnica telefonica del
Ministero da contattare nel caso in cui si riscontrassero problemi di accesso o di natura tecnica collegati alla
Piattaforma di gestione dell’Alternanza. I recapiti saranno disponibili sul sito dell’Alternanza
(http://www.alternanza.miur.gov.it).
Gli strumenti presentati hanno l’obiettivo di supportare scuole, studenti, il Ministero e le strutture
ospitanti nello sviluppo ed esecuzione di percorsi di Alternanza sempre più di qualità e formativi che
permettano agli studenti di consolidare le conoscenze acquisite in classe, sviluppare nuove competenze
proprie del mondo del lavoro e per conoscere professioni e organizzazioni dall’interno. Un’esperienza che
non solo aiuta a conoscersi meglio, ma anche a scoprire attitudini, preferenze, cantieri di lavoro e talenti che
possono essere utili ad orientare le future scelte di studio o di lavoro.
Con l’augurio di una buona prosecuzione dell’anno scolastico, si auspicano i migliori risultati di
apprendimento, all’insegna della buona alternanza, quale simbolo di una scuola di qualità per il terzo
millennio.




Link vai su