Ultima modifica: 9 novembre 2017
> Circolari > ISTITUTO PROFESSIONALE SERVIZI COMMERCIALI

ISTITUTO PROFESSIONALE SERVIZI COMMERCIALI

Il “Tecnico dei Servizi commerciali” è una figura professionale qualificata in grado di svolgere mansioni d’ufficio presso ogni tipo di azienda. Ha competenze che gli consentono di assumere ruoli specifici nella gestione dei processi amministrativi e commerciali con costante impiego del mezzo informatico, si orienta nell’ambito socio economico del proprio territorio e nella rete di interconnessioni in un contesto nazionale ed internazionale. Sviluppa competenze professionali nell’area dell’amministrazione, del marketing e della comunicazione.

Il percorso è quinquennale, articolato in primo biennio (classe prima e seconda), secondo biennio (classe terza e quarta) e quinto anno.

Nel corso di studi gli studenti  acquisiscono  conoscenze sulla legislazione commerciale attualmente vigente, sulla organizzazione territoriale delle aziende, nonché sulla dimensione comunicativa delle attività legate al commercio; inoltre sono in grado di  comunicare in due lingue straniere (inglese e francese).

Una parte significativa del monte orario annuale (2 ore settimanali) è  dedicata alla formazione informatica degli studenti (utilizzo strumenti informatici e programmi applicativi) mediante  attività didattica in laboratorio, svolta  in  compresenza  tra insegnante della disciplina ( tecniche prof.li)  e informatica.

Caratteristiche distintive del percorso  rispetto a scuole simili

Il monte ore settimanale della disciplina professionale (Tecniche Professionali dei servizi commerciali) nell’arco dei 5 anni (5-5-8-8-8 ore) consente agli studenti di acquisire competenze tecnico-pratiche necessarie per un rapido inserimento nel mondo del lavoro. All’interno di questo corso sono proposte attività riconducibili alle seguenti discipline degli istituti tecnici economici: economia aziendale, economia politica e scienze delle finanze.

Il diplomato di questo percorso deve necessariamente acquisire competenze operative  che spaziano dal marketing alla finanza e al turismo, in un contesto di  adeguate competenze informatiche. Si tratta di sapere utilizzare concretamente  conoscenze ed abilità che all’interno di un istituto tecnico commerciale si ritrovano invece  separate nei dei due settori, “Amministrazione, finanza e Marketing” (con le sue tre articolazioni) e “Turismo”. Sono previste 2 ore settimanali in compresenza con “Trattamento testi” e questo favorisce nello studente  l’acquisizione di competenze applicative come  per esempio l’utilizzo di programmi di contabilità.

Altra caratterizzazione è la presenza della disciplina “Tecniche di Comunicazione” , per 2 ore settimanali in tutte le classi del triennio, (da non confondere con “Tecnologie della comunicazione “ presente per 2 ore settimanali in classe 4 e 5 dei tecnici economici articolazione “relazioni internazionali e marketing”) che, prepara specificatamente gli alunni ad affrontare un colloquio di lavoro,  a predisporre un curriculum  e a lavorare in gruppo.

Dal  secondo biennio, sono previsti periodi di stage aziendali in Enti pubblici e privati, all’interno del percorso di alternanza scuola – lavoro, finalizzati a completare la formazione degli studenti attraverso attività reali ( con importanti ricadute autovalutative), e consentire loro di essere conosciuti dagli operatori economici prima della conclusione degli studi.

Il diplomato nell’indirizzo Servizi Commerciali ha le competenze professionali che gli consentono di supportare operativamente le aziende del settore sia nella gestione dei processi amministrativi che commerciali.

Il  corso offre i seguenti sbocchi lavorativi

Impiego in aziende, pubbliche o private, commerciali, industriali e dei servizi.
impiego in  studi di consulenza fiscale, tributaria, commerciale, finanziaria, legale e del lavoro;

impiego presso istituti bancari e assicurativi;

accesso a tutte le facoltà universitarie;

accesso agli ITS (istruzione tecnica superiore) e IFTS (istruzione e formazione tecnica superiore)

N.B.: è’ opportuno che le famiglie si confrontino attentamente con il consiglio orientativo dei docenti di terza media perché eventuali richieste di iscrizione tardive (per esempio a seguito di una scelta scolastica che poi si rivela sbagliata) potrebbero non poter essere accolte per il raggiungimento della capienza massima consentita  dalle classi che  vengono assegnate al nostro istituto. Il numero di classi assegnate al corso dipende dall’esito delle iscrizioni on line degli alunni di terza media che generalmente si conclude nel mese di febbraio, iscrizioni successive, di norma, non consentono un incremento delle classi.




Link vai su